Categoria

Primo Libro

Categoria

Una struttura d’informazione immagazzinante gli script per tutti i possibili flussi di eventi. Il numero di varianti è infinito – simile al numero delle possibili sedi di un punto su un sistema di coordinate. Tutto ciò che accade, accade e accadrà, è scritto lì.

Difficile da credere, non è vero? Dove si trova questo spazio di varianti? È possibile su questa terra? Nei termini della nostra visione del mondo a tre dimensioni, è ovunque e in nessun luogo al tempo stesso. Forse, è oltre i confini dell’universo visibile, o forse è nella tua tazza di caffè. In ogni caso, non è nella terza dimensione.

Paradossalmente, tutti noi viaggiamo lì ogni singola notte. I sogni non sono illusioni, come comunemente si crede. In modo vistoso, prendiamo i sogni come pure fantasie, senza sapere che riflettono le cose reali che sarebbero accadute nel passato o potrebbero accadere nel futuro.

È noto che quando si sogna, si possono vedere le immagini provenienti da un altro mondo – cose che sappiamo per certo di non aver mai vissuto. Se un sogno è un’imitazione della realtà, prodotta dal nostro cervello, allora da dove vengono tutte queste inimmaginabili immagini e trame?

Dato che ogni coscienza psichica può essere attribuita alla mente, e al subconscio – per l’anima, i sogni possono essere visti come un volo dell’anima stessa che viaggia attraverso lo spazio delle varianti. La mente non “immagina” i sogni, ma in realtà li vede.

L’anima ha accesso diretto al campo d’informazioni, dove tutti gli “scenari e paesaggi “sono mantenuto fissi, come fotogrammi di un film. Il fenomeno del tempo si mostra solo quando il “film” si muove. La mente agisce come un osservatore e un generatore d’idee.